• 12 MAG 14
    Un’alimentazione equilibrata previene l’ictus

    Un’alimentazione equilibrata previene l’ictus

    Non necessariamente il solo vegetarianesimo, ma anche la diminuzione di altri cibi a favore di quelli vegetali può fare la differenza in termini di salute. A suggerirlo, sono stati alcuni scienziati cinesi che hanno condotto una meta-analisi riferita a 20 studi pubblicati negli ultimi diciannove anni. Gli studi hanno coinvolto 760.629 volontari di entrambi i sessi, di cui 16.981 erano state vittime di un ictus.

    Dai risultati è emerso che il rischio diminuiva del 32% ogni 200 grammi di frutta consumati al giorno. Minore, invece, la percentuale riferita ai vegetali che è stata stimata non oltre l’11% di riduzione dei casi. «Migliorare la dieta e lo stile di vita è fondamentale per la riduzione del rischio di infarto e ictus nella popolazione generale», spiega Yan Qu, autore principale dello studio, direttore del reparto di terapia intensiva del Qingdao Municipal Hospital e professore presso il Medical College dell’Università di Qingdao, Cina. «In particolare, una dieta ricca di frutta e verdura è consigliabile perché soddisfa il fabbisogno di micronutrienti e macronutrienti e offre fonti di fibre senza aggiungere livelli considerevoli al fabbisogno energetico complessivo».

    I carboidrati, le proteine e i grassi sono tutti macronutrienti che forniscono energia e calore. D’altra parte, vi sono anche i micronutrienti come le vitamine e i minerali, anch’essi fondamentali per la salute del nostro organismo.
    Secondo Yan Qu, gli studi parte della revisione hanno potuto dimostrare come il consumo continuativo di frutta e verdura sia in grado di abbassare la pressione sanguigna e migliora la funzione microvascolare. Di conseguenza, si ottengono grandi benefici sull’infiammazione, sullo stress ossidativo, sull’indice di massa corporea e sulla circonferenza del girovita.
    Ovviamente gli effetti si sono dimostrati differenti a seconda dell’età in cui si iniziava a cambiare la propria alimentazione.

    L’American Heart Association raccomanda di mangiare almeno 4-5 porzioni al giorni di frutta e verdura, su una base dietetica di circa duemila calorie. E’ chiaro che il modo per ottenere maggiori benefici è quello di seguire una dieta molto varia, con il maggior numero possibile di tipi di frutta e verdura. In questo modo si può ottenere una grande varietà di fibre, vitamine e minerali.

     

    Tratto da La Stampa – Lunedì 12 Maggio

     

Pin It on Pinterest