• 09 NOV 13
    Terapia con onde d’urto

    Terapia con onde d’urto

    Le onde d’urto sono state impiegate in campo medico a partire dal 1980 nel trattamento delle patologie litiasiche delle vie urinarie (disgregazione dei calcoli renali) con l’idea fondamentale di poter distruggere con precisione le strutture bersaglio presenti all’interno dell’organismo, senza danneggiare i tessuti circostanti. Questo fatto rappresenta un enorme progresso rispetto all’intervento chirurgico, rimasto a lungo l’unica opzione terapeutica nelle calcolosi resistenti alle cure mediche tradizionali. Verso la metà degli anni 80 nuovi studi hanno aperto ulteriori orizzonti sulle effettive potenzialità terapeutiche delle onde d’urto, in particolare in campo ortopedico sia per la cura dei tessuti molli che dei tessuti ossei. Sempre maggiore negli ultimi anni la ricerca in campo dermatologico dove le onde d’urto sembrano avere una grande efficacia terapeutica in molte patologie quali ferite croniche, ustioni, ulcere diabetiche.

    Alcune delle patologie trattabili con onde d’urto:

    Tessuti ossei:

    Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi

    Necrosi asettica testa omero/femore

    Fratture da stress

    Algoneurodistrofia

     

    Patologie dei tessuti molli:

    Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio

    Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin.

    Calcificazione e ossificazione

    Miositi ossificanti

    Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce

     

    Tendinopatie dei tessuti molli:

    Tendinopatia calcifica di spalla

    Epicondilite laterale di gomito

    Tendinite trocanterica

    Tendinite della zampa d’oca

    Tendinite post-traumatica di ginocchio

    Tendinite del rotuleo

    Tendinite del tendine d’Achille

    Fascite plantare con sperone calcaneale

Pin It on Pinterest