• 24 NOV 15
    Terapia ad ultrasuoni

    Terapia ad ultrasuoni

    È un trattamento del dolore comunemente adottato nella pratica di fisioterapia e basato sull’uso degli ultrasuoni. Gli ultrasuoni sono onde acustiche che l’orecchio umano non è in grado di percepire (frequenza maggiore di 20.000 Hz). Sono generati artificialmente per azione della corrente elettrica su un cristallo di quarzo. Gli ultrasuoni penetrano sotto la pelle e producono un micromassaggio ed un effetto termico (calore), che hanno grandi benefici sui tessuti, sia quelli superficiali, sia quelli profondi.

    Le principali applicazioni riguardano le malattie dei muscoli, dei tendini e delle articolazioni, sui quali gli ultrasuoni hanno azione antinfiammatoria ed antalgica (contro il dolore). Gli ultrasuoni esercitano anche un’azione positiva sulle cicatrici e sulle terminazioni nervose.

    La terapia è molto utile in caso di malattie reumatiche (malattie che interessa soprattutto le articolazioni; provocano dolori, che si manifestano particolarmente con i movimenti e al mattino, e febbre), di malattia di Dupuytren, epicondilite (o gomito del tennista), periartrite scapolo-omerale, nevralgia, artrosi, edema. E’ bene non eseguirla in gravidanza. Il trattamento è effettuato in più sedute (solitamente dieci) di durata variabile da 5 a 10 minuti (secondo la regione da trattare), nel corso dei quali il paziente avvertirà una sensazione di piacevole calore senza bruciore o altre sensazioni sgradevoli.

Pin It on Pinterest