• 09 DIC 16
    Oggi parliamo di… Ipertensione arteriosa!

    Oggi parliamo di… Ipertensione arteriosa!

    L’ipertensione arteriosa è una condizione caratterizzata dall’elevata pressione del sangue nelle arterie, che è determinata dalla quantità di sangue che viene pompata dal cuore e dalla resistenza delle arterie al flusso del sangue. Interessa circa il 30% della popolazione adulta di entrambi i sessi e, nelle donne, è più frequente dopo la menopausa.

    L’ipertensione arteriosa è un grave fattore di rischio cardiovascolare che aumenta le probabilità di insorgenza di molte patologie (angina pectoris, infarto miocardico, ictus e ischemia cerebrale). È importante quindi intervenire il prima possibile prima che l’ipertensione possa creare danni gravi ad organi bersaglio.

    Spesso la difficoltà nel diagnosticare per tempo l’ipertensione arteriosa sta nella mancanza di sintomi specifici: infatti, soprattutto quando l’ipertensione non compare “improvvisamente”, l’organismo si abitua progressivamente e non manda nessun segnale di “pericolo” al paziente.

    I fattori predisponenti sono svariati: familiarità, età del paziente, sovrappeso, diabete, fumo, alcool, stress, sedentarietà sono solo alcuni dei fattori di rischio nella comparsa dell’ipertensione.

    La prevenzione è una delle armi in nostro possesso per una diagnosi tempestiva: la semplice prova della pressione non basta, soprattutto per chi è ha fattori di rischio per l’insorgenza di ipertensione arteriosa, per i quali è indicata una visita completa dal cardiologo.

     

Pin It on Pinterest