• 21 OTT 13

    Il taping neuromuscolare e lo sport

    _Poliambulatorio_39_

    Il taping neuromuscolare può essere un valido aiuto nel trattamento di diverse problematiche muscolari, sia in campo sportivo che fisioterapico. Definito anche bendaggio neuromuscolare, il taping neuromuscolare è una benda adesiva di cotone elastico che, applicata sulla cute, permette, grazie alla sua elasticità, di trarre diversi benefici, sia a livello sportivo che fisioterapico.

    In campo sportivo, per esempio, può aiutare a decomprimere lo strato cutaneo e muscolare migliorando lo stretching, oppure, nel reflusso sanguigno, può favorire un miglior recupero muscolare.

    Anche in campo medico le applicazioni possono essere varie: miglioramento della circolazione linfatica, riduzione dell’infiammazione e contenimento del dolore.

    In caso di infortunio, i muscoli possono andare incontro ad un processo infiammatorio; di conseguenza il muscolo si presenterà gonfio, rigido e saranno così coinvolte anche quelle strutture che caratterizzano la muscolatura e la cute come i linfonodi e le strutture nervose che risulteranno compresse. Grazie all’esecuzione di precise manovre base, si andrà ad applicare il tape seguendo, a seconda dei casi, una percentuale di tensione data all’elastico al momento dell’applicazione, una direzione di applicazione e i tagli.

    Il tape aiuta a decomprimere le strutture nervose aiutando a ridurre il dolore provocato dall’edema e, di conseguenza, migliora il recupero muscolare e quindi la performance sportiva.

Pin It on Pinterest