Episodio 18: “La responsabilità di (non) scegliere”

 


“Un asino si trova esattamente alla stessa distanza tra due mucchi di fieno, ma non sapendo scegliere se andare da una parte o dall’altra, muore di fame.”

Apologo dell’Asino di Buridano

Quanto è difficile scegliere, a volte. Soprattutto quando la posta in gioco è alta, o quando le strade ci sembrano entrambe buone per noi, o al contrario entrambe vicoli ciechi. Perché abbiamo questa fatica? Perché è difficile fare il passo per imboccare uno dei due percorsi? Talvolta, perché significa prendersi la responsabilità di ciò che scegliamo, ma anche di ciò a cui stiamo rinunciando. Abbiamo paura di prendere la decisione sbagliata e sappiamo di non poter tornare indietro: avere la responsabilità di una scelta è avere potere, ma è anche una fatica. Davanti a noi non c’è il cartello “tutte le direzioni”.A volte l’unica opzione che ci sembra percorribile è restare immobili, procrastinare, oppure affidare la responsabilità al caso, o agli altri. Però, è solo un’illusione: anche il non scegliere, è una scelta.

Se ci riflettiamo, siamo quelli che siamo proprio grazie alle scelte che abbiamo fatto in passato, anche quelle che ora non rifaremmo o che ci sembrano sbagliate. Nel bene o nel male in quel momento davamo il massimo con gli strumenti che avevamo a disposizione, con le nostre caratteristiche peculiari, i nostri punti di forza e debolezza, che ci hanno portato a prediligere un percorso piuttosto che l’altro. Anche se a volte saremmo tentati di dare un pugno ai “noi del passato” che hanno fatto quella scelta che ci sembra sbagliata, possiamo invece provare a conoscerli meglio, ad osservarli senza giudizio ma con curiosità: non disconoscerli, ma al contrario guardarli con compassione. E possiamo non giudicarcineppure ora, che ci troviamo davanti a questo bivio, e ascoltare i nostri bisogni che ci guidano nel prenderci la responsabilità, di scegliere.

Per approfondimenti:

Giorgio Nardone, “La paura delle decisioni. Come costruire il coraggio di scegliere per sé e per gli altri”. 2019, Ponte alle grazie
Janina Fisher, “Guarire la frammentazione del sé. Come integrare le parti di sé dissociate dal trauma psicologico”. 2016. Raffaello Cortina
Asino di Buridano, in Dizionario di filosofia, Istituto dell’Enciclopedia italiana, 2009

“DIREZIONE PSICOLOGIA: Una bussola per il quotidiano”

 

Vi è mai capitato di avere difficoltà a concentrarvi e a dormire poco e male, senza sapere il perché? Di rinunciare a qualcosa per paura di fallire? Di non sapere come comportarvi davantiad un evento improvviso? A partire da episodi di vita quotidiana, in brevi articoli rifletteremo insieme, sempre accompagnati da riferimenti scientifici, su come funzioniamo, cosa proviamo e perchè.

Potete leggere i nostri articoli sul sito del Poliambulatorio Oberdan /Attività/ Direzione psicologia  https://www.poliambulatorioberdan.it/direzione-psicologia-bussola-quotidiano o sulla pagina Facebook Poliambulatorio Oberdan