Episodio 15: “Cosa è per te l’amicizia?”

 


Cos’è per te l’amicizia?

“Sono risate, svago e leggerezza, una boccata d’aria in ogni momento”.

Esserci anche senza bisogno di chiederlo, nelle giornate facili e in quelle difficili ancora di più”

“Amicizia è avere una persona al proprio fianco che creda in te, che ti ascolti e dia consigli sinceri, che non ti giudichi dalle apparenze”

“Se vissuta pienamente e con sincerità, una delle più belle forme d’amore, forse la più disinteressata, senza l’idea di esclusività che associamo all’amore romantico”

“È condivisione, accoglienza, crescita, fiducia e lealtà

“E’ fatica, perchè a volte si litiga o non si è sulla stessa lunghezza d’onda”

“È fiducia, trasparenza nei confronti dell’altro, è prendersi cura dell’altro ma allo stesso tempo prendersi cura di se stessi e sentirsi se stessi per poter essere buoni amici per gli altri”

Ci siamo chiesti “cos’è l’amicizia?” e per rispondere ci siamo fatti aiutare da un gruppo di ragazzi. Le parole che vedete nella foto mostrano le loro riflessioni, che possono essere diverse da quelle dei loro genitori, fratelli, amici, nonni. E se alle stesse persone l’avessimo chiesto qualche anno fa? O se riproponessimo la domanda fra 10 anni? L’amicizia cambia, muta nel tempo e si modella su ognuno.

Amicizia può essere condivisione, affetto, crescita, fiducia, spontaneità; può essere sentirsi se stessi con qualcuno, con cui poter prendere una boccata d’aria ma anche dialogare e accettarsi; può essere anche fatica, difficoltà a trovare un punto di incontro, discussioni e rotture.

Ma, cosa ci porta a essere amico di qualcuno? Di cosa abbiamo bisogno per far sì che una persona sia nostra amica?

Come esseri umani necessitiamo di stare in relazione con gli altri, ma siamo noi a scegliere chi accogliere nella nostra vita. Non esiste, però, la “ricetta dell’amicizia” con gli ingredienti e le dosi precise da seguire passo passo. Ognuno ha diverse relazioni di amicizia: è chi ne fa parte che le co-crea e quindi ognuna è una costruzione peculiare e unica, a cui possono essere aggiunti dei tasselli sempre nuovi; è la solidità della relazione che permette alla costruzione di rimanere in equilibrio e non crollare con l’innesto di nuovi mattoncini.

Ma da cosa è influenzato il modo in cui viviamo le amicizie? Dai nostri valori e dalle nostre predisposizioni, ma anche dalla nostra storia di vita: le esperienze che ci hanno accompagnato nella crescita agiscono sul nostro modo di vedere il mondo, di relazionarci con gli altri e sulle nostre aspettative. In particolare, il nostro modo di vivere e sperimentare le prime relazioni da piccoli tenderà a porre le basi e a ripresentarsi in quelle che intratteniamo da adolescenti e adulti.

E quindi, è interrogandoci sul nostro peculiare modo di vivere e sperimentare le relazioni che possiamo definire cosa è per noi l’amicizia e che valore ha.

E per te, cos’è l’amicizia? Cosa contraddistingue le tue amicizie? Se ti fa piacere commenta a psicologia@poliambulatoriooberdan.it

Per approfondimenti:

● Jeremy Holmes, “La teoria dell’attaccamento. John Bowlby e la sua scuola”. 2017, Raffaello Cortina

● Paolo Crepet, “Elogio dell’amicizia”. 2012, Einaudi

● Hervé Desbois, “L’amicizia giorno per giorno”. 2011, L’Airone

“DIREZIONE PSICOLOGIA: Una bussola per il quotidiano”

Vi è mai capitato di avere difficoltà a concentrarvi e a dormire poco e male, senza sapere il perché? Di rinunciare a qualcosa per paura di fallire? Di non sapere come comportarvi davanti ad un evento improvviso? A partire da episodi di vita quotidiana, in brevi articoli rifletteremo insieme, sempre accompagnati da riferimenti scientifici, su come funzioniamo, cosa proviamo e perchè.

Potete leggere i nostri articoli sul sito del Poliambulatorio Oberdan /Attività/ Direzione psicologia https://www.poliambulatorioberdan.it/direzione-psicologia-bussola-quotidiano o sulla pagina Facebook Poliambulatorio Oberdan