• 04 DIC 13

    Artrosi dell'anca

    douleur au col du femur

    L’artrosi dell’anca è una malattia degenerativa dell’articolazione dell’anca ed è caratterizzata da una progressiva erosione della cartilagine che riveste la testa del femore e l’acetabolo che l’accoglie. Non esiste una vera e propria causa ma sono molteplici i fattori che favoriscono l’insorgenza di questa patologia:

    Età: nelle persone giovani e sane è pressoché inesistente.

    Caratteristiche dell’articolazione: la grande mobilità dell’anca la rende più esposta all’usura e il carico corporeo ne aumenta la compressione tra le ossa.

    Ereditarietà: i pazienti che soffrono di artrite hanno almeno un genitore con lo stesso disturbo.

    Obesità: in quanto provoca una maggior pressione sulle articolazioni. Le donne tra i 50 e i 60 anni con l’artrosi dell’anca sono generalmente obese.

    Attività fisiche intense o lavori manuali pesanti: in quanto sovraccaricano l’articolazione e ne causano un’usura precoce.

    Malformazioni anatomiche: come il ginocchio valgo, possono provocare una scorretta distribuzione del carico ed una maggior pressione in alcune zone rispetto ad altre.

    Calo degli estrogeni: le donne in menopausa sviluppano più facilmente la coxartrosi.

    Forti traumi che causano fratture articolari con conseguente periodo di immobilità possono provocare un ridotto apporto di nutrimento alla cartilagine e un aumento della rigidità. Il sintomo principale è il dolore a livello dell’anca che può irradiarsi fino all’inguine e alla parte anteriore interna della coscia fino al ginocchio. Le fitte sono più acute all’inizio dei movimenti poi regrediscono man mano l’articolazione “si scalda” e scompaiono quando ci si ferma. Il dolore è molto intenso al mattino appena il paziente si alza dal letto, ma in mezz’ora circa dovrebbe scomparire. Se si cammina o si sta in piedi a lungo oppure se si fanno sforzi è possibile che dopo 20-30 minuti il dolore si riacutizzi. Negli ultimi stadi della coxartrosi il fastidio si avverte anche da fermi e, soprattutto, di notte.

    La sintomatologia comprende la difficoltà a stare seduti in maniera composta: il soggetto colpito da artrosi dell’anca può sedersi in una posizione antalgica appoggiando solo sull’anca sana. Il paziente che soffre di coxartrosi tenterà infatti di alleviare i sintomi mantenendo posizioni scorrette, provocando un sovraccarico dell’anca opposta e della schiena.

    I sintomi dell’artrite tendono a progredire al peggioramento della patologia, però non sempre progrediscono in modo costante nel tempo: spesso i pazienti riferiscono di periodi senza dolore alternati a periodi di acutizzazione del dolore. Di questa caratteristica è importante tener conto perché è necessario, in fase di diagnosi, confrontare i sintomi di artrite dell’anca nel loro complesso e non riferiti ad una giornata particolare.

    Anche tu sei afflitto da questi sintomi? Ti hanno diagnosticato l’artrosi all’anca? Rivolgiti a noi!

Pin It on Pinterest