• 28 GEN 17
    Alzarsi dalla sedia ogni mezzora aiuta i pazienti affetti da diabete

    Alzarsi dalla sedia ogni mezzora aiuta i pazienti affetti da diabete

    La sedentarietà, soprattutto prolungata per lungo tempo, è dannosa per la salute, in particolar modo per i pazienti affetti da diabete di tipo 2: questa è la conclusione di un recente studio britannico volto a verificare l’impatto di un semplice gesto come alzarsi dalla sedia regolarmente sul metabolismo del glucosio nelle donne in post menopausa, in sovrappeso e a rischio di diabete.

    A 22 donne in post menopausa in sovrappeso e a rischio di sviluppare il diabete è stato chiesto di seguire due diverse routine quotidiane scegliendole a piacimento fra le tre proposte, in giorni diversi a distanza di una settimana uno dall’altro. Le tre scelte possibili prevedevano di trascorrere 7.5 ore sedute senza mai alzarsi (ogni necessità di spostamento veniva risolta con una sedia a rotelle), oppure di alzarsi per cinque minuti ogni mezz’ora, oppure di camminare su un tapis roulant cinque minuti ogni mezzora.

    L’analisi del sangue ha rivelato che, rispetto a chi era rimasto seduto tutto il giorno, il secondo gruppo aveva un picco glicemico post-prandiale inferiore del 34%, mentre nel terzo gruppo la riduzione era del 28%. Le donne che si erano alzate e che avevano camminato avevano anche una minor concentrazione di insulina nel sangue. Indipendentemente dall’opzione scelta, il giorno successivo all’esperimento i soggetti sono stati invitati a tornare in laboratorio e trascorrere seduti 7,5 ore consecutive. Ebbene, i ricercatori hanno visto che i risultati del giorno precedente sulla regolazione del glucosio si erano mantenuti.

    In conclusione, incoraggiare gli adulti con diabete di nuova insorgenza o i soggetti a rischio a spezzare lunghi periodi di tempo sedentario può essere una strategia efficace per migliorare la salute metabolica dei pazienti.

Pin It on Pinterest